Tracklist

1. S.I.B. (Prologo) (3:45)
2. Primo Dell’anno (3:07)
3. Differenze (5:24)
4. Promesse (5:18)
5. La Cella Degli Amori Estinti (3:19)
6. Speranze (3:20)
7. Emanuela (5:49)
8. Linea Di Confine (4:15)
9. Dovresti Non Scordare (6:03)
10. Buona Notte (4:43)
11. Preghiera Di Un Re (3:16)
12. Ritorno (5:00)
13. 22 Aprile (4:35)
14. La Caduta Della Mia Stella (3:55)
15. Amori (6:39)
16. Epilogo (8:36)

Line-up 

– Nicola Randone / voce, chitarre acustiche, Hammond, Moog, synth, piano
– Marco Crispi / chitarre elettriche ed acustiche
– Riccardo Cascone / batteria

ospiti:
– Federica D’Avola / voce (10)
– Veronica Cristaldi / cori (6)
– Fabrizio Savoca / cori (6), chitarra acustica (14,16)
– Beppe Crovella / Moog, Hammond
– Salvo Giorgio / basso
– Giuseppe Scaravilli / basso (2,4)
– Livio Rabito / basso (7)
– Carlo Longo / arrangiamenti orchestrali

Artwork: Marinella Dalsasso

Spotify iTunes Amazon Google Play Buy

Linea di confine

Artista :
Titolo : Linea di confine
Data di uscita : 9 Gennaio 2009
Label : ,
Codice Catalogo : ARTPQ 1912
Supporto : CD

A proposito di Linea di confine, in una sua intervista a ProgArchives, Nicola scrive: “Linea di confine è stato forse il mio disco più ispirato ed anche quello più personale. La band è intervenuta in maniera delicata, senza stravolgere nulla (al contrario dei lavori precedenti), il risultato è stato un album che, ed in questo la “buona” critica ci ha azzeccato, sta a metà tra Randone band e Randone cantautore. In questo disco non era necessario cambiare tonalità o tempo ad ogni minuto, né sbizzarrirsi in lunghissimi assoli di chitarra a 180bpm o in parti di doppia cassa in quarti con rullante a levare in 6/8, Linea di confine è un disco di cuore, un disco che racconta per intero la sofferenza per la fine di un amore e che allo stesso tempo indaga la mente umana in quegli squilibri che la frenetica vita di oggi può causare. Per comprendere la musica bisogna anche leggere il libro omonimo uscito in una edizione per collezionisti, il libro trasfigura l’esperienza reale in un mondo di favola dove i mostri della mente sono troll camuffati da uomini e dove l’aiuto di Dio interviene sotto forma di fate, gnomi e ninfe dei boschi, nel lungo camminare di un essere “perduto” che affronta con coraggio il vuoto di valori di un mondo non tanto diverso dal nostro, aiutato dall’amore di una “perduta” principessa che ha dimenticato il suo nome e non conosce altra realtà che quella della sofferenza”.

Rassegna stampaSito web ufficiale dell’album